Risultati confermati per il settore nautico

Blog Single

Durante il convegno Boating Economic Forecast al Salone di Genova è stata presentata la nuova edizione della Nautica in Cifre, studio realizzato da UCINA Confindustria Nautica in collaborazione con Fondazione Edison.

Il fatturato del 2018 del settore della nautica si è attestato a 4,27 miliardi di euro, segnando così una crescita del 10,3% sul 2017, una crescita consolidata negli ultimi quattro anni. La ripresa, dopo i minimi del 2013, è stata continua e con una progressione che nessun altro settore è stato in grado di realizzare.

Gli altri dati confermano quindi la tendenza, con un aumento nel numero degli addetti, cresciuti di oltre il 23% sul 2017 e un impatto sul Pil del 2,02%, in aumento del 10,6% sull’anno precedente.

Per quanto riguarda il fatturato, prevale la cantieristica, che raggiunge il 64,5% del totale, a seguire gli accessori con il 27,1% e i motori con l’8,4%.

Positivi anche i numeri delle esportazioni: l’Italia conferma il proprio primato nella produzione di superyacht (barche superiori ai 24 metri) raccogliendo il 46% degli ordini mondiali. Stesso prima anche nel comparto della unità pneumatiche di dimensione superiore ai 7 metri. Questi dati portano la nautica a essere il nono settore fra quelli maggiormente cresciuti in termini di export negli ultimi vent’anni. 

Per quanto riguarda i principali mercati esteri, al primo posto si trovano gli Stati Uniti con il 23,9% delle esportazioni dall’Italia di unità da diporto, per un valore di 476 milioni di dollari.

Inutile dire che non si tratta solo di quantità ma anche di qualità e addirittura di eccellenza. L’appoggio del governo sarà fondamentale per un settore che può rappresentare una punta di diamante dell’economia italiana.

Share this Post: