I Fondi di Investimento in pillole. settimo articolo.

Blog Single

Quando e come disinveste un Fondo

Come abbiamo visto un socio investitore istituzionale è temporaneo, entra nel capitale sociale dell’azienda con un investimento a termine. Quando e come dipende dal fondo stesso nonché dalla soceità.

Il quando infatti dipende dall’andamento dell’azienda: non appena la società ha raggiunto il livello di sviluppo desiderato il valore delle partecipazioni è aumentato e il disinvestimento è favorevole.

Se al contrario l’operazione non è andata a buon fine si disinveste quando è chiaro che non è possibile migliorare la situazione creatasi.

Spesso i fondi cercano di prospettarsi già un piano di uscita, cioè un orizzonte temporale in cui disinvestire, a naturalmente è solo l’andamento dell’azienda che può confermare o meno tale strategia.

Il disinvestimento può significare la vendita delle quote ad altra impresa o investitore o al gruppo imprenditoriale iniziale, oppure l’azienda può decidere di quotarsi in Borsa. In questo caso, visto che in Borsa è possibile collocare anche una quota di minoranza dell’azienda questa strada permette all’investitore di cedere con profitto il proprio pacchetto di azioni e all’imprenditore di mantenere solido il controllo della società. Abbiamo visto in un precendete articolo gli indubbi vantaggi della quotazione.

 In ogni caso i tempi e le modalità del disinvestimento sono definiti, di norma, con l’accordo di tutti i soci.

Qualche suggerimento finale.

Un investitore cerca,  al di là di numeri crescenti, imprenditori con voglia di crescere e sviluppare il proprio progetto, nonché di essere competitivi e in grado di affrontare nuove sfide.

Questo tipo di atteggiamento può creare le basi per una collaborazione proficua, chiunque sia il nuovo socio.

Share this Post: